Crea sito

Gery Hoops ♥♥ Social Network ♥♥

Continuare? Entra
  • Cosa c'e di nuovo?

  • Oclocraza Digitale Una Conquista Del M5S

    Tra le varie conquiste utili per la collettività, senza ombra di dubbio, merita di essere menzionato il sistema operativo del M5S per le proposte di legge parlamentari, un sistema che prevede la partecipazione attiva del cittadino.

    Quest'ultimo, infatti, potrà intervenire direttamente suggerendo proposte, o ancora potrà indicare integrazioni, modifiche, critiche sulle leggi proposte e votare gli interventi degli altri utenti.

    Un ricorso all'intelligenza collettiva che può essere definita come un'oclocrazia digitale, si tratta pertanto di una forma di politica che si distingue da quella tradizionale per la partecipazione attiva del cittadino.

    Forse il video (Gaia, il futuro della politica) della Casaleggio Associati è stato lungimirante nella parte finale, un video forse allegorico, che vede il cittadino responsabile del proprio destino.

    Non più qualcuno che ti rappresenta, ma qualcuno che porta la tua voce. Una vera e propria rivoluzione di un sistema, che non prevede violenza, ma un nuovo modo, forse sperimentale, di concepire la politica.

    Se il Movimento 5 Stelle di Beppe Grillo non ha ancora vinto le elezioni ma tecnicamente, forse con questo sitema, è già nel futuro.

  • La Caduta Del Caimano

    Vedi Link: http://bit.ly/KXf0Ln

    Tra vent’anni non sarete delusi delle cose che ha fatto ma da quelle che non ha fatto. Allora levate l’ancora, abbandonate i porti sicuri, catturate il vento nelle vostre vele. Esplorate. Sognate. Scoprite.

  • La Matematica Non E' Un Opinione

    In matematica il risultato finale non cambia.
    Dove finisce il #pdl e inizia il #pd?


    verdini - berlusconi - letta gianni - letta enrico - renzi - verdini - berlusconi

    verdini (pdl) grande amico di renzi (pd) che si accorda con Berlusconi (pdl) che si accompagna con Letta Gianni (pdl) che è zio di Letta enrico (pd).

    E potrei andare avanti all’infinito.

    ANCHE CAMBIANDO L’ORDINE DEGLI ADDENDI.
    Il risultato non cambia: pd = pdl !

  • Proposta Di Legge

    La legge Fini-Giovanardi, approvata dal governo Berlusconi, è un provvedimento intollerabile che ha creato solo un'assurda repressione nei confronti di chi fa uso di droghe leggere, ha contribuito all'emergenza carceraria, e ha distolto le Forze dell'Ordine da impegni più importanti per correre dietro a ragazzi con lo spinello.

    Oggi il MoVimento 5 Stelle presenta ai cittadini una proposta strutturale che rappresenta il primo passo verso la modifica di questa legge, per consentire ai consumatori di (cannabis indica) di potersi coltivare le proprie piante, potendone usufruire per scopi ricreativi o terapeutici senza il bisogno di rivolgersi alle associazioni criminali che molto spesso modificano il prodotto con sostanze tossiche e ne alterano la qualità, oltre a lucrarci ogni anno milioni di euro.

    Ecco i punti principali della proposta:

    1) Spostamento in Tabella II della (Cannabis Indica) tra le sostanze a blando effetto stupefacente, differenziandola quindi dalle droghe pesanti presenti in Tabella I. In quest'ottica si dimezzano in modo deciso le sanzioni penali per le sostanze previste in Tabella II, in modo strutturale in tutta la legge. Si rende inoltre autonomo il reato di lieve entità e lo si differenzia in riferimento alle due tabelle.

    2) Rendiamo non punibile la coltivazione di max 4 piante di Cannabis Indica in un luogo indicato nel provvedimento autorizzativo vincolato al solo pagamento di una tassa di concessione governativa. Viene consentita la detenzione fuori da questo luogo, e la cessione a titolo gratuito di una quantità di max 5 g di sostanza per uso personale. Resta fermo il vincolo della maggiore età.

    3) Eliminiamo l'arresto obbligatorio per le sostanze in Tabella II (inclusa la cannabis indica), per evitare che per modiche quantità si venga condotti in carcere. Inoltre si eliminano gli illeciti amministrativi per le sostanze della stessa tabella in modo da evitare intasamenti burocratici e gravi impedimenti, come la sospensione della patente di guida o sospensione del passaporto.

    Qui sotto una piccola sintesi articolo per articolo:

    ART. 1
    Si sposta la Cannabis Indica ed i prodotti da essa ottenuti in Tabella II tra le sostanze a blando effetto stupefacente e sanzionate in maniera più lieve rispetto a quelle in Tabella I.

    ART. 2
    Si portano le sanzioni penali per le sostanze in Tabella II alla metà rispetto a quelle in Tabella I. La norma attuale prevede invece la diminuzione da un terzo alla metà per le sostanze in Tabella II.

    Si consente la coltivazione fino a 4 piante di cannabis indica in luogo tassativamente indicato previo pagamento di tassa di concessione governativa solo per soggetti maggiorenni.

    Fuori dal luogo indicato è comunque possibile detenere e cedere a titolo gratuito un quantitativo fino a 5g lordi di sostanza, sempre solo per i maggiorenni.

    ATTENZIONE questa proposta si inserisce in un dibattito per la modifica il T.U. Stupefacenti, si deve quindi approfittare di una discussione già avviata in Commissione Giustizia e non sarà quindi possibile con essa proporre una liberalizzazione e commercializzazione di Cannabis.

    ART. 3
    Si rende autonomo il reato per il fatto di lieve entità rispetto a quello principale previsto dall'articolo 73.

    Si differenzia il reato di lieve entità in due fattispecie, la prima per le sostanze in Tabella I e la seconda per le sostanze presenti in Tabella II. Con un differenziamento di pena.

    ART.4
    Si toglie l'arresto obbligatorio per le condotte riguardanti le sostanze in Tabella II, lo si lascia per le condotte relative alle sostanze presenti in Tabella I e punite dall'art. 73.

    ART. 5
    ATTENZIONE! Visto i numerosi commenti che danno un'interpretazione errata dell'articolo.

    Si tolgono le sanzioni amministrative per le condotte relative alle sostanze presenti in Tabella II.

    Questo non tocca le condotte relative alla circolazione stradale, quindi non si va ad eliminare le sanzioni per la guida sotto effetto di stupefacenti e la relativa sospensione della patente come sanzione per la medesima condotta!

    Es. se oggi un soggetto coltiva 4 piante di cannabis non solo incorre in sanzione penale, ma pure nella sospensione della patente o del passaporto.

    Non tocchiamo le norme sulla circolazione stradale.

    ART. 7
    Si toglie il divieto di concessione per più di due volte dell'affidamento in prova terapeutico per i tossicodipendenti.

  • Torino: Cannabis Legale

    Vedi Link: http://bit.ly/1eBoV2c

    Torino vota per la cannabis legale. Sì a produzione e consumo.

    Il Consiglio comunale approva due ordini del giorno a favore dell’uso della marijuana sia a fini terapeutici che ricreativi.

    Torino dice sì alla cannabis. Il Consiglio comunale ha approvato oggi due ordini del giorno presentati da Marco Grimaldi di Sel e Silvio Viale, radicale eletto nel Pd, che chiedono un cambio di passo sul consumo delle droghe leggere.

    Nello specifico, la città chiede alla Regione di seguire l’esempio di altre regioni, Toscana, Liguria e soprattutto Veneto, dove la Regione a trazione leghista (come il Piemonte) oltre ad aver autorizzato i farmaci cannabinoidi per la terapia del dolore ha approvato all’unanimità una legge per sperimentare la distribuzione gratuita negli ospedali e nelle farmacie di preparati a base di cannabis, ma anche la produzione diretta di marijuana.

    E chiede anche l’abolizione della legge Fini-Giovanardi e il via libera alla produzione e al consumo della cannabis a scopo ricreativo.

  • Manifestazione Nazionale

    Vedi Link: http://www.leggeillegale.org

    Illegale è la legge! Roma 8 Febbraio 2014 - Manifestazione Nazionale

    Illegale è la legge, il suo costo è reale...

    II 15 dicembre a Roma, la Rete "Fine del Mondo Proibizionista" ha indetto una assemblea nazionale, in vista del pronunciamento della Corte Costituzionale sulla Fini/Giovanardi, previsto il prossimo 11 febbraio, alla quale hanno aderito, animando attivamente l'incontro e il dibattito, un vasto ed eterogeneo numero di realtà, soggetti, gruppi, che spaziano dai CSOA agli operatori di riduzione del danno, ad associazioni, onlus e parti di organizzazioni istituzionali.

    Otto anni di Fini/Giovanardi hanno prodotto decine di migliaia di arresti, millenni di galera per la somma delle condanne, sovraffollamento delle carceri, costi esorbitanti per la macchina repressiva e giudiziaria, crescita dei profitti delle narcomafie; tante, troppe le persecuzioni e le vittime, troppe le morti che reclamano verità.

    Le due leggi sulle droghe e sull'immigrazione hanno provocato una serie di procedimenti che hanno fatto diventare la condizione carceraria Italiana un'emergenza, un caso nazionale, che ci pone fuori dagli standard europei.

    Nessun altro paese europeo ha così tanti detenuti per reati connessi alle sostanze illegali: la pesante criminalizzazione dei consumatori stride di fatto con l'impunità riservata dal nostro sistema giudiziario ad autori di reati di ben altra natura, i cui effetti nuocciono alla salute della società intera, come se le categorie da individuare e perseguire fossero pre-costruite a suon di stigma. L'Europa, sulla situazione nei nostri istituti di pena ha già richiamato l'Italia, che si appresta a presiedere il Consiglio della Comunità Europea con delle pessime credenziali, rea di non rispettare alcuni fondamentali diritti umani, tra poco scatteranno salatissime e meritate multe.

    Tutto questo avviene da anni con la copertura compiacente, mistificante e costosa del Dipartimento Politiche Antidroga (DPA), organo della Presidenza del Consiglio anzichè dei dicasteri più direttamente competenti in materia (in particolare Salute, Giustizia, Politiche sociali). Il DPA sostiene, contro ogni evidenza, che i consumatori di sostanze non sono puniti ma curati; ostacola, anche nelle sedi internazionali, le politiche di riduzione del danno; e promuove un modello bio-medico-patologico dell'uso di droghe che assimila tutte le sostanze e tutti gli stili di consumo. Dopo la caduta del governo di centro-destra che ha imposto la Fini-Giovanardi nessuno dei successivi governi ha mosso un dito per rimediare a tale drammatica situazione.

    Oggi, finalmente, sembra muoversi qualcosa... sembra che si possa arrestare il sistema.

    Da gennaio a oggi numerosi tribunali, tra cui la corte di Cassazione, hanno sospeso i processi e mandato la FiniGiovanardi all'esame della Consulta per la sua evidente incostituzionalità. E adesso sappiamo che la Corte Costituzionale discuterà la questione l'11 febbraio prossimo.
    Le principali contestazioni che saranno all'esame, riguardano l'iter della legge che, invece di essere discussa in parlamento, è stata approvata tramite un decreto che riguardava un altro argomento (le Olimpiadi invernali di Torino 2006) e senza che ce ne fosse motivo d'urgenza; inoltre l'equiparazione delle sanzioni per droghe pesanti e leggere, viola la normativa europea in proposito.
    Abbiamo tutti/e ben chiaro che la possibilità che la Corte Costituzionale cancelli la Fini/Giovanardi è un'occasione irripetibile, che aprirebbe scenari completamente nuovi.

    Per questo riteniamo necessario riunire tutte le forze, mobilitare soggetti, gruppi, attivisti, pazienti, strutture ed organizzazioni, che da anni si battono per l'abrogazione di questa infausta legge, in una grande manifestazione che si terrà a Roma l'8 febbraio 2014. Vogliamo costruire un percorso dal basso e condiviso che focalizzi l'attenzione sui danni causati dalla Fini/Giovanardi e che sia da propulsore alle decisioni della Corte Costituzionale.

    Chiediamo a tutte e a tutti di aderire e far girare questo appello; di organizzare la mobilitazione a partire dai territori informando e promuovendo iniziative di raccolta fondi a sostegno della partecipazione alla manifestazione, tantissimi punti segnati su una mappa dove, chi vorrà, potrà trovare altri disposti a organizzare il viaggio collettivo fino a Roma, mettendo a disposizione o affittando assieme i mezzi.

    Non siamo più disposti a pagare con le nostre vite e con i nostri diritti il prezzo di leggi ideologiche e repressive finalizzate a rafforzare il miliardario monopolio del commercio delle narcomafie; non siamo più disposti a veder riempire le galere di consumatori, che diventano secondo il teorema criminal patogeno, tanto caro alla propaganda proibizionista, individui pericolosi per se e l'intera collettività, da punire e correggere, dei criminali malati di mente. Non siamo più disposti a vedere perseguitare perfino i pazienti che usano la cannabis a scopo terapeutico. Non siamo più disposti a lasciare morire persone nelle carceri, e' arrivato il momento di avanzare verso la completa depenalizzazione dell'uso personale di sostanze, iniziando dalla cannabis e dalla sua autoproduzione, come d'altronde sta già avvenendo in molti paesi del mondo.

    L'8 febbraio saremo in piazza perché

    Giusto o sbagliato, non può essere reato!
    Per info ed adesioni scrivi a [email protected]
    Firmatari:

    C.S.O.A. Forte Prenestino (Roma), C.S.O.A. Sans Papier (Roma), Laboratorio Puzzle (Roma), Infoshock C.S.O.A. Gabrio (Torino), Lab57 (Laboratorio Antiproibizionista Bologna), Osservatorio Antiproibizionista Canapisa Crew (Pisa), Laboratorio Occupato SKA (Napoli), Comitato Verità per Aldo Bianzino (Perugia), Studenti Scuole Superiori, European Coalition for Just and Effective Drug Policies (ENCOD Italia), Million Marijuana March (Italia), Ass.ne Ecorevolution, Ass.ne Attivamente, Ass.ne Tilt, Ass.ne Giovani per Turania, Ass.ne Ascia, Ass.ne Freeweed, Quadraro Massive Sound System, SEL, Overgrow Comunity, Sicilcanapa, PIC, alcuni pazienti, Forum Droghe, Ass.ne Antigone, Teatro Valle Occupato (Roma), C.S.O.A. Le Macerie Baracche Ribelli (Molfetta- BA), Ass.ne [email protected] Rete Autorganizzazione Popolare

    Dopo 10 anni si torna a combattere per i nostri #diritti #StopFinigiovanardi #Leggeillegale

    Evento FB: https://www.facebook.com/events/615748361825862/
    Gruppo FB: https://www.facebook.com/groups/1403140086599424/

  • Coltiva La Tua Passione

    Vedi Link: http://www.ghostofmarijuana.altervista.org/


    Coltiva La Tua Passione con (ICMag Dinamic Web Private Browser).
    Nuova versione con più di venti caratteristiche sempre a portata di Mouse.

    Il (Browser ICMag) è stato creato per (Windows Sette x64) ed è stato testato su (Windows Sette x64), la cartella predefinita di (Windows Sette x64) in cui il programma si memorizza è (c:Program Files (x86)/).

    Su sistemi a 32 Bit il programma non sarà in grado di gestire le applicazioni integrate, sarà invece in grado di navigare alla perfezione in:
    International Cannagraphic Magazine Forums.

  • Da Esperta Di Google (Hacker)

    Ho provato a fare delle ricerche con diversi motori di ricerca con termini dove nel mezzo c'è la parola Cannabis.

    Ho notato che da alcuni giorni ai primi posti della lista che in particolare il motore di Google presenta dopo aver digitato i termini nella casella e premuto il tasto invio, appaiono solo link di PROIBIZIONISTI che descrivono gli effetti negativi della Cannabis , mentre prima che si aprisse la discussione in Parlamento non era così, negli articoli dei PROIBIZIONISTI per disprezzare tutti gli estimatori di questa pianta la chiamano erroneamente (Marijuana o Hashish).

    Questa è la prova che i PROIBIZIONISTI si stanno mobilitando contro chi è a favore della legalizzazione, se non del tutto, anche a quella parziale, cioè, rivedendo la legge antidroga, quella famigerata legge incostituzionale scritta dai due dementi Fini-Giovanardi, complice (Giovanni Serpelloni), facendo una distinzione da quella chimica a quella naturale dalla legge, che attualmente equipara la polvere chimica con l'erba naturale.

    Un segnale questo, che la lotta di questi ultimi anni degli ANTI-PROIBIZIONISTI Italiani, stà prendendo sempre più piede nella società moderna, la discussione ha rotto gli argini, si è padroni dei propri pensieri, ma non dei propri figli, loro scelgono e decidono autonomamente.

  • Silenzio Parla Il Demente Istituzionale

    Questo lucubre individuo forse si dimentica che il primo criminale spacciatore è proprio lui con le sue leggi scaturite dal suo modo di pensare da vero mafioso, il popolo lo dovrebbe processare per crimini contro i civili.

    I SERT ne sono una testimonianza ancora attuale e presente dello scempio che hanno fatto al paese.

    Da alcune ricerche fatte in rete ho scoperto che ben 26.000 detenuti su 65.000, vale a dire 2 su 5, sono finiti dentro per violazione della legge antidroga Fini-Giovanardi, varata nel 2006.

    Abolire la precedente legge denominata Jervolino-Vassalli che non equiparava le droghe leggere alle droghe pesanti e tollerava la Modica Quantità è stato un vero disastro.

    L'equiparazione delle droghe leggere alle droghe pesanti della legge Fini-Giovanardi (un trombato della politica ed un demente che siede ancora illegalmente in parlamento) sulla quale la Cassazione ha sollevato dubbi sulla sua incostituzionalità, deve essere rivista urgentemente senza più fare tante chiacchiere.

    La legge che mette sullo stesso piano marijuana e hashish con cocaina ed eroina, chack e colbret, buprenorfina e metadone è una la legge infame che reintroduce il limite di quantità oltre il quale l’uso personale diventa spaccio, la legge infame che ha aumentato le pene che in caso di condanna ora vanno da sei a venti anni di reclusione, è criminogena, è prima causa del sovraffollamento delle carceri con conseguente ingorgo dei tribunali di giustizia.

    Se a livello mondiale è stato dichiarato il fallimento delle politiche proibizioniste, in Italia gli effetti della Fini-Giovanardi sono stati più per riempire le carceri che combattere la Droga (effetto antidroga).

    Da una mia ricerca fatta in rete ho scoperto che oggi in Italia 438MILA sono i Tossicodipendenti iscritti al ser.T

    La mia ricerca (indagine) ha prodotto che il Ser.T è suddiviso in quattro capitoli: il primo contiene informazioni generali sulla metodologia adottata, il secondo controlla la struttura della ricognizione e sul valore e i limiti della stessa, il terzo si focalizza sui risultati di un'osservazione condotta dai cittadini volontari in alcune strutture Ser.T, il quarto approfondisce, mettendoli in parte a confronto, i punti di vista sui servizi dei responsabili dei Ser.T e degli utenti.

    PRATICAMENTE NON FANNO UN CAZZO, QUESTA GENTE VIENE PAGATA PER NON FARE NIENTE A RIGUARDO DEL RECUPERO DEI TOSSICODIPENDENTI.

  • CONSIGLI DI McDONALD’S AI SUOI DIPENDENTI

    CONSIGLI DI McDONALD’S AI SUOI DIPENDENTI:
    Non mangiate i nostri prodotti.

    MANGIARE HAMBURGER, PATATINE FRITTE E COCA COLA FA MALE ALLA SALUTE.

    Parola di Mc Donald’s. Il fast food più famoso del mondo avrebbe consigliato ai propri dipendenti di tenersi alla larga dai cibi poco salutari prodotti dalla stessa catena.

    E lo avrebbe fatto su un sito web, McResource Line, dedicato e aperto solo ai suoi dipendenti.

    Inutile, però, provare a cliccare sulla pagina web perchè da poche ore non esiste più.

    La catena avrebbe deciso di eliminarla perchè quei consigli fastidiosi avrebbero iniziato a circolare troppo nella rete.

    A non essere più visibili sono i numerosi articoli contro il cibo spazzatura, responsabile di malattie cardiache, pressione alta e diabete.

    E soprattutto non è più visualizzabile il divieto, dato agli stessi dipendenti, di non mangiare prodotti firmati Mc Donald’s.

    Il fast food è veloce, poco costoso e un ‘alternativa veloce alla cucina casalinga, ma l’eccesso di calorie, i grassi saturi, lo zucchero e il sale contenuti in questi prodotti possono portare all’obesità, si leggeva sul sito.

    Ma perchè la catena avrebbe deciso di oscurare la pagina web?

    Sul sito ufficiale di Mc Donald’s si legge in una nota.

    Abbiamo offerto il McResource program per dare una mano ai nostri dipendenti sia dal punto di vista lavorativo sia dal punto di vista dello stile di vita e i consigli sono stati offerti da esperti indipendenti.

    Ma una combinazione di fattori ci ha portato a oscurare il sito.

    Tra link irrilevanti e informazioni datate, alcuni elementi sono stati travisati e portati fuori contesto, generando giudizi e commenti inopportuni.

  • Coffee Shop In Italia

    Coffee shop in Italia e legalizzazione droghe leggere.

    L’Italia si sa, non brilla certo nei campi del progresso e dell’innovazione e questo lo vediamo tutti i giorni, vivendo una triste e tragica situazione economica.

    In Colorado, a seguito dell’apertura dei Coffee shop, è stato registrato un incasso di 1 milione di dollari (Tra Cannabis, bevande e cibi) già il primo giorno di apertura.

    Perché non fare lo stresso in Italia? Valutiamo un attimo gli aspetti positivi di quest’ipotetica apertura di (Coffee shop made in Italy).

    Il primo beneficio si avrà sicuramente in campo economico.

    I soldi non andranno più a finire nelle mani della criminalità che vende materiali tagliati con qualsiasi tipo di schifezza, ma nello stato o nelle tasche degli imprenditori.

    La qualità sarebbe sicuramente superiore ed ovviamente preferita dai consumatori rispetto a quella che si trova per strada.

    Altro aspetto da non sottovalutare è il turismo.

    I Coffee shop sono ancora quasi un argomento Tabù, nessuno ne parla per paura di esporsi e finire al centro di bufere mediatiche alimentata dall’ignoranza. Consideriamolo un continente inesplorato, ancora da conquistare, essendo tra i primi il turismo riceverebbe sicuramente una gran botta di vita e così, l’economia.

    La cannabis, inoltre, cura i sintomi di numerosi e gravi malattie neurologiche, praticando la cosiddetta (terapia del dolore) aiutando a ridurre gli spasmi muscolari.

    In quanti fumano solo per sentirsi trasgressivi?

    Beh, se la Marijuana venisse legalizzata son sicuro che in molti poser smetterebbero di consumarla, perché eh ma lo fanno tutti, adesso che bello c’è ?!.

    Questi piccolo cancri della società sono da debellare a schiaffi costanti e ripetuti indirizzati al volto.

    L’Italia è un popolo di bigotti, retrogrado e di ignavi.

    Lasciamo che siano gli altri a decidere per noi, non prendiamo decisioni forti, manteniamoci sempre sulla linea del forse e restiamo con le mani in mano, ripudiando l’innovazione.

    Il 90% delle persone che starà leggendo quest’articolo adesso starà pensando, Eh ma sei pazzo! Tossico cosa dici! Poi te li immagini tutti i drogati in giro a fare casino.

    Beh, uscendo ed essendo a contatto con i giovani posso dire che il casino è presente, fuori dalle birrerie, dai pub, dalle discoteche. L’alcol è decisamente più dannoso della marijuana ma viene comunque venduto, mietendo ogni anno sempre più vittime. Violenza domestica, incidenti stradali e risse, queste sono solo alcune delle realtà scatenate da un abuso di alcolici.

    Ovviamente tutto è pericoloso se si abusa, non ha mai fatto male a nessuno una birretta con degli amici o un bel bicchiere di vino a cena.

    Purtroppo viviamo nel paese degli scandali, con politici corrotti ed un popolo bigotto che grida a gran voce la parola crisi scrivendolo dal proprio iPhone 5.

    Lasciamo che siano sempre gli altri paesi a fare tutto prima, superandoci in tutto.

    Quasi tutto, dalle sigarette, alla marijuana, alla birra, fino al vino. hanno i loro lati positivi e lati negativi, (di più i negativi), ma secondo questo criterio dovremmo vivere in un mondo utopico.

    La marijuana, se assunta in normali quantità, ha delle proprietà terapeutiche come ad esempio:

    Riduce il senso di nausea e sollecita l’appetito
    Abbassa la pressione arteriosa
    Migliora la condizione della rigidità muscolare

    Continuiamo a chiudere gli occhi continuando nel nostro falso perbenismo Italiano.

  • Come Navigare In Modo Anonimo

    Vedi Link: http://bit.ly/1iFJPCK

    Nell’immaginario collettivo, navigare in maniera anonima su Internet è una cosa che possono fare solo gli hacker o gli esperti di informatica.

    Nulla di più falso! Se si utilizza Tor Browser, si può navigare facilmente su Internet senza essere rintracciati bypassando tutte le restrizioni regionali che bloccano l’accesso ai siti Web in determinati paesi.

  • ATTENZIONE: Trovato Nuovo Virus

    Nome del Virus: SWF/Dldr.AdSechost.A
    Tipo: Malware
    Level: 1
    Data: 28/dic/2013
    Rilevamento Precedente Del: 27/dic/2013
    ________________________________________________

    Nome del virus: SWF/Dldr.AdSechost.A
    Scoperto il: 27/12/2013
    Tipologia del virus: Adware/Spyware
    In circolazione (ITW): No
    Numero delle infezioni segnalate: Basso
    Potenziale di propagazione: Basso
    Potenziale di danni: Basso
    Versione VDF: (7.11.122.110) - venerdì 27 dicembre 2013
    Versione IVDF: (7.11.122.110) - venerdì 27 dicembre 2013
    _________________________________________________

    Questo virus ha la capacità di scoprire quando visitate la pagina che lo ha installato a vostra insaputa, nella cartella specifica dei (File Temporenei Internet) del vostro computer, inducendo il DNS (APN) ad effettuare una ricarica ad uno specifico numero di cellulare facendovi addebitare 5 euro dal vostro conto telefonico, direi geniale se non si trattasse di una vera e propria truffa telematica.

  • Trucchi di Boicottaggio Informatico.

    Google Hack Seconda Parte.
    Google per facilitare la ricerca all'interno del database, usa dei codici speciali chiamati "Query" o
    "Chiavi Di Ricerca". ogni Query corrisponde ad un determinato criterio di ricerca, ad esempio
    se noi scrivessimo nel motore di ricerca "site:it" (senza apici), Google ricercherà nel web
    tutti i siti con il dominio ".it"!!!

    Cominciamo quindi ad esaminare alcune semplici Queery maggiormente utilizzate:

    Inserendo una frase delimitata dagli apici, la frase viene cercata tutta attaccata,

    Con le Query
    "allinurl" e "inurl"
    Google cerca tutti i siti con all'interno dell'url una determinata parola, ad esempio se
    scrivessimo "allinurl:admin.php" (senza apici), Google cerca tutti i siti con "admin.php" nel suo url;

    Con la Query
    "filetype"
    Google cerca tutti i siti con all'interno l'estensione indicata dopo quella Query, ad esempio
    se scrivessimo "filetype:pdf" (senza apici), Google cerca tutti i siti con all'interno dei file pdf;

    Con la Query
    "Index of /admin"
    Google cerca le pagine index delle cartelle admin di tutti i siti all'interno del suo database;

    Con la Query
    "Index of /root"
    Google cerca le cartelle root di tutti i siti all'interno del database;

    Con la Query
    "Index of /backup"
    Cerca le cartelle di backup non protette di tutti i siti all'interno del database;

    Con la Query
    "Index of /password"
    Google cerca le cartelle password di tutti i siti all'interno del database;

    Con la Query
    "Index of /" +passwd.txt
    Google cerca i file passwd.txt di tutti i siti all'interno del database;

    Con le Query
    "allintitle" e "intitle"
    Google cerca tutti i siti con all'interno dell'title una determinata parola, ad esempio se
    scrivessimo "alltitle:Welcome to IIS 4.0" (senza apici), Google cerca tutti i siti con "Welcome to IIS 4.0" nel suo title;

    Con la Query
    intitle:"Index of" pwd.db
    Google cerca tutti i siti dove sulla index si trova il link al file pwd.db;

    Ora passiamo ad altri tipi di Query molto più complesse e specifiche delle precedenti elencate:

    Con la Query
    intitle:index.of "parent directory"
    Google cerca tutti i siti con le directory non protette dai permessi di lettura admin;

    Con la Query
    filetype:htpasswd htpasswd
    Google cerca tutti i siti dove il file htpasswd (file contenente password di accesso a determinati file
    o cartelle in sistemi Linux) non è protetto;

    Con la Query
    intitle:index.of passwd passwd.bak
    Google cerca tutti i siti dove le password dei sistemi Linux sono sprotette, e quindi ad accesso libero;

    Con le Query
    intitle:"index of" intext:connect.inc o intitle:"index of" intext:globals.inc
    Google cerca tutti i siti dove le password e le impostazioni dei database SQL sono sprotetti;

    Con le Query
    filetype:dat "password.dat"
    o
    filetype:log inurl:"password.log"
    Google cerca tutti i siti con password sprotette di qualsivoglia genere, basta cambiare l'estensione del
    file da cercare e i risultati saranno differenti;

    Con la Query
    "There are no Administrators Accounts" inurl:admin.php -mysql_fetch_row
    Google cerca tutti i CMS PHP-Nuke sprovvisti di account administrator, e con la pagina di creazione god
    admin libera;

    Con la Query
    intitle:"EvoCam" inurl:"webcam.html"
    Google cerca tutte le videocamere EvoCam sprotette;

    Con la Query
    intitle:"Live View / - AXIS"
    Google cerca tutte le videocamere AXIS sprotette

    http://www.youtube.com/watch?v=gsv2g8BdRCo SaveFrom.net
    simpatico video con vari trick e easter eggs di google

    Questo Trojan Downloader si diffonde fingendosi una toolbar di Google, e si installa nella nostra macchina. Analizziamolo e procediamo alla sua rimozione.

    In Internet si sta diffondendo un nuovo trojan. Purtroppo, si tratta di un trojan davvero molto astuto, che si nasconde tra i file di alcuni programmi e del sistema stesso, usando nomi uguali o simili a quelli legittimi, e rendendo le operazioni di rilevazione e di rimozione piuttosto complicate.

    Come se non bastasse, essendo un Trojan Downloader, scarica numerosi file maligni da altri siti nocivi, infettando ulteriormente il computer. Inoltre, esso modifica numerose chiavi e valori del registro di sistema di Windows, assicurandosi l'avvio e il funzionamento.

    Analisi dei File
    Il file che genera l'infezione è:

    CTRFMON.exe

    Ed è il Downloader vero e proprio, che provvede a scaricare altro codice nocivo dalla rete.

    Il file si assicura l'avvio all'accensione del sistema, inserendo in questa posizione nel registro di sistema:

    HKEY_LOCAL_MACHINESOFTWAREMicrosoftWindowsCurrentVersionRun

    il valore "crtfmon", il cui contenuto punta alla posizione del Downloader, che è solito essere C:WINDOWSCTRFMON.exe.
    Tuttavia, non è detto che il file risieda sempre e comunque nella posizione indicata, ma può variare.

    C:ProgrammiGooglegoogletoolbar1.dll

    Questa dll è particolarmente insidiosa, in quanto esiste anche un file legittimo con quel nome e posizione, è la toolbar di Google. Pertanto, diventa praticamente impossibile, a occhio nudo, riconoscere il file illegittimo da quello legittimo.

    La dll apre anche Internet Explorer, senza visualizzare nessuna finestra, e si inietta come BHO (Browser Helper Objects). Nella cartella della famigerata toolbar aggiunge anche altri file, come bipsetup.mcd e exsetup.mcd.

    Il trojan crea altri tre file, che svolgono la funzione di dialer. Essi sono:

    C:Documents and Settings%­NomeUtente%kd678.exe
    C:Programmikd678.exe
    C:Documents and Settings%­NomeUtente%Impostazioni localiTemptemp77726.exe
    Dove %­NomeUtente% sta per il nome utente.

    Come già detto, il trojan modifica il registro di sistema di Windows per registrarsi come BHO.

    Possiedi un sito internet? Vorresti sfruttare le potenzialità del motore di ricerca più usato al mondo? Allora affidati a Google Custom Search, il servizio realizzato da Google per implementare un motore di ricerca avanzato all’interno del tuo sito.

    Fino a ieri il servizio era disponibile in ben 40 lingue, ma quello della grande G non sono mai contenti, infatti, qualche ora fa, hanno annunciato che il servizio è adesso disponibile in altre 40 lingue per un totale di ben 80 lingue!!!

    L’integrazione del servizio nel proprio sito web è alquanto semplice e si concretizza in 3 semplici step:

    1 ) Introdurre il proprio indirizzo web

    2 ) Quindi ottenere il codice generato ed introdurlo nella pagine del proprio sito

    3 ) Personalizzare alcune categorie in modo da indicizzare meglio i risultati

    Esiste anche una versione Business, che prevede dei vantaggi per chi la sottoscrive, come per esempio la possibilità di poter modificare l’aspetto del box per la ricerca.

    Come sempre Google non finirà mai di stupirci…

    Visita le grandi metropoli grazie a Google Maps

    La notizia è di qualche tempo fa, Google ha introdotto il cosiddetto sistema “Street View” nel programma Google Maps. Questo sistema permetterà di visitare le città non soltanto dall’alto, grazie alle immagini satellitari, ma anche come se fossimo dei pedoni per le strade.

    L’idea è davvero rivoluzionaria, anche se ci vorrà del tempo prima che tutte le città vengano coperte. Il sistema è partito con le immagini di San Francisco, Las Vegas, Denver, New York e Miami però presto la lista si allargherà a dismisura.

    In questi giorni, per esempio, se si è in Australia o nella capitale del Regno Unito, ci si può imbattere in un’utilitaria con sopra la scritta Google. Infatti è iniziata la mappatura stradale di questi territori.

    Memori delle proteste e delle cause legali in cui Google è stata chiamata in causa, gli sviluppatori della grande G hanno deciso che verranno coperte tutte le targhe ed i volti presenti nelle immagini scattate.

    Google Maps Mobile 2.0. Il Gps non serve più.

    Google Maps è uno degli strumenti di punta della grande G. La società di Mountain View ne ha realizzato anche una versione Mobile per i dispositivi mobili che è in circolazione già da diverso tempo. In questi giorni, però, è stata realizzata una nuova versione di tale software la cui peculiarità principale è un nuovo servizio chiamato “My Location”.

    Questo nuovo servizio permetterà agli utenti di avere una localizzazione del terminale mobile sulle mappe di Google. Fin qui nulla di particolare, molti sistemi Gps permettono di farlo, la verà innovazione sta proprio nel NON utilizzo del sistema Gps.

    Il sistema è molto semplice, quando l’utente accede al servizio, viene interrogato il database di Google Maps e da questo, grazie all’individuazione della cella telefonica da cui parte il segnale, viene stabilito la posizione dell’utente con un’approssimazione di qualche centinaio di metri.

    Molti si sono chiesti come fa Google a possedere i dati di tutte queste celle telefoniche? La spiegazione è molto semplice, Google Maps sfrutta quei cellulari che si connettono al servizio e sono dotati di Gps per recuperare i dati, i quali vengono memorizzati nel database e utilizzati da successive richiesta da parte di utenti senza Gps.
    ----------------------------------------------------------------------
    = English
    ----------------------------------------------------------------------
    In a previous article we talked about "Google Hacking" and in that article there was a brief how-to find mp3's using google. My_Haz has taken this concept and completely worked out all the bugs and angles and has written a comprehensive "How To Find MP3's with Google". No more worrying about the RIAA busting you.. Lets use google to do the work.

    How To Find MP3's with Google This How-To will teach you how to use google to find mp3s. This How-To will be highly pragmatic and will focus on the hows and not the wherefores of the various search strings. Written by my_haz Note: Thanks to all the folks that have bookmarked this page and sent me emails. If you like this tutorial i have another one that you may be interested in if you ever woundered how to crack porn sites. That one is under the name on_a_role_again but its me my_haz. How to Crack Porn Sites
    ----------------------------------------------------------------------
    = Index
    ----------------------------------------------------------------------
    0) Key
    1) Directories
    2) Xitami Servers
    3) Directory Listing
    4) Andromeda Servers
    5) Zina Artists
    6) Apache mp3 Servers
    7) Individual Songs
    ----------------------------------------------------------------------
    = Section 0 - KEY
    ----------------------------------------------------------------------
    You this are just some definitions I will use below.

    [Directory String] can be any of the following :
    1) "index of"
    2) "last modified"
    3) "parent of"

    [file type] can be any of the following :
    1) "mp3"
    2) "shn"
    3) "wma"

    [mp3 name] can be any of the following :
    1) the name of the album in quotes
    2) the name of the artist in quotes
    3) be daring and leave it blank and have lots of links
    4) be creative!

    [limitors]
    1) -html -htm -php -asp -txt -pls

    (inurl:) is optional and may be omitted and in fact most be
    omitted if not using a search tool other than google.

    (intitle:) can be used in place of (inurl:) and has a similar effect
    again you must be useing google.

    (-filetype:txt) adding this to the end of your search string can
    filter some false positives.

    (-playlist) adding this to the end of your search string can
    filter some false positives.
    ----------------------------------------------------------------------
    = Section 1 - Directories
    ----------------------------------------------------------------------
    These are the most common way that mp3s are stored on the www, you
    should try these strings first.

    String Format :
    Type 1 : [Directory String] + (inurl:)[file type] + [mp3 name]
    Type 2 : [Directory String] + (intitle:)[file type] + [mp3 name]

    Type 3 : [Directory String] + [file type] + [mp3 name] + [limitors]

    Example Strings :
    - intitle:index.of + mp3 + "grandaddy" -html -htm -php -asp -txt -pls
    - "index of" + "mp3" + "radiohead" -html -htm -php
    - "index of" + mp3 + "grandaddy"
    - "index of" + inurl:mp3 + "beatles" -txt -pls
    - "index of" + intitle:mp3 + beatles
    - "last modified" + "shn" + "dylan"
    - "last modified" + inurl:shn + "bob dylan"
    - "parent of" + inurl:wma + "grandaddy"

    Suggestions :
    - Try (intitle:index.of + "mp3" + "band name" -htm -html -php -asp) first it
    is usually the most effective.

    Another Little Trick:
    - If you have been getting alot of results on google but the pages don't seem
    to be there try adding dates and the "apache" string to your search i.e.

    - intitle:index.of + mp3 + "grandaddy" -html -htm -php -asp apache feb-2005
    - intitle:index.of + mp3 + "grandaddy" -html -htm -php -asp apache 2005

    or if you just want a big list of mp3' doing a search like this everymonth
    - intitle:index.of + mp3 + -html -htm -php -asp apache mar
    ----------------------------------------------------------------------
    = Section 2 - Xitami Servers
    ----------------------------------------------------------------------
    String Format :
    Type 1 : "xitami web server" + (inurl:)[file type] + [mp3 name]
    Type 2 : "xitami web server" + (intitle:)[file type] + [mp3 name]

    Example Strings :
    - "xitami web server" + "mp3" + "radiohead"
    - "xitami web server" + intitle:shn + "beatles"
    - "xitami web server" + inurl:mp3 + "magnetic fields"
    ----------------------------------------------------------------------
    = Section 3 - Directory Listing
    ----------------------------------------------------------------------
    String Format :
    Type 1 : "directory listings" + (inurl:)[file type] + [mp3 name]
    Type 2 : "directory listings" + (intitle:)[file type] + [mp3 name]
    Type 3 : "directory listings of" + (inurl:)[file type] + [mp3 name]
    Type 4 : "directory listings of" + (intitle:)[file type] + [mp3 name]

    Example Strings
    - "directory listings" + "mp3" + "radiohead"
    - "directory listings" + intitle:shn + "beatles"
    - "directory listings" + inurl:mp3 + "magnetic fields"
    - "directory listings of" + "mp3" + "radiohead"
    - "directory listings of" + intitle:shn + "beatles"
    - "directory listings of" + inurl:mp3 + "magnetic fields"
    ----------------------------------------------------------------------
    = Section 4 - Andromeda Servers
    ----------------------------------------------------------------------
    String Format :
    Type 1 : "scott matthews" + andromeda + [mp3 name]
    Type 2 : "scott matthews" + andromeda + [file type] + [mp3 name]
    Type 3 : "powered by andromeda" + [mp3 name]
    Type 4 : "powered by andromeda" + [file type] + [mp3 name]
    Type 5 : inurl:andromeda.php + [mp3 name]
    Type 6 : inurl:anromeda.php + [file type] + [mp3 name]
    Type 7 : "scott matthews"
    Type 8 : "powered by andromeda"
    Type 9 : inurl:andromeda.php

    Examples :
    - "scott matthews" + andromeda + "radiohead"
    - "scott matthews" + andromeda + "mp3" + "fitter"
    - "powered by andromeda" + "gradaddy"
    - "powered by andromeda" + "mp3" + "just like women"
    - inurl:andromeda.php + "shn"
    - inurl:anromeda.php + "wma" + "dylan"
    - "scott matthews"
    - "powered by andromeda"
    - inurl:andromeda.php
    ----------------------------------------------------------------------
    = Section 5 - Zina Artists
    ----------------------------------------------------------------------
    String Format :
    Type 1 : "zina artists"

    Examples :
    - "zina artists"
    ----------------------------------------------------------------------
    = Section 6 - Apache mp3 Servers
    ----------------------------------------------------------------------
    String Format :
    Type 1 : "stream all" + apache + [mp3 name]
    Type 2 : "stream all" + apache
    Type 3 : "shuffle all" + apache + [mp3 name]
    Type 4 : "shuffle all" + apache

    Examples :
    - "stream all" + apache
    - "stream all" "shuffle all" mp3
    - "stream all" + apache + radiohead
    - "shuffle all" + beatles
    ----------------------------------------------------------------------
    = Section 7 - Individual Songs
    ----------------------------------------------------------------------
    Format : [mp3 name].mp3 -playlist -filetype:txt

    Examples :
    - "ok_computer_live.mp3" -playlist -filetype:txt
    - "*ok_computer*.mp3" -playlist -filetype:txt
    - kid*a.mp3 -playlist -filetype:txt

    GOOD LUCK!!

    email me at [email protected] with any comments.
    Originally posted at http://www.geocities.com/my_haz_runs/

    Google hacking at its finest..

    Using Google, and some finely crafted searches we can find a lot of interesting information.

    For Example we can find:
    Credit Card Numbers
    Passwords
    Software / MP3's
    ...... (and on and on and on)

    Presented below is just a sample of interesting searches that we can send to google to obtain info that some people might not want us having.. After you get a taste using some of these, try your own crafted searches to find info that you would be interested in.

    Try a few of these searches:
    intitle:"Index of" passwords modified
    allinurl:auth_user_file.txt
    "access denied for user" "using password"
    "A syntax error has occurred" filetype:ihtml
    allinurl: admin mdb
    "ORA-00921: unexpected end of SQL command"
    inurl:passlist.txt
    "Index of /backup"
    "Chatologica MetaSearch" "stack tracking:"

    Amex Numbers: 300000000000000..399999999999999
    MC Numbers: 5178000000000000..5178999999999999
    visa 4356000000000000..4356999999999999

    "parent directory " /appz/ -xxx -html -htm -php -shtml -opendivx -md5 -md5sums

    "parent directory " DVDRip -xxx -html -htm -php -shtml -opendivx -md5 -md5sums

    "parent directory "Xvid -xxx -html -htm -php -shtml -opendivx -md5 -md5sums

    "parent directory " Gamez -xxx -html -htm -php -shtml -opendivx -md5 -md5sums

    "parent directory " MP3 -xxx -html -htm -php -shtml -opendivx -md5 -md5sums

    "parent directory " Name of Singer or album -xxx -html -htm -php -shtml -opendivx -md5 -md5sums

    Notice that I am only changing the word after the parent directory, change it to what you want and you will get a lot of stuff.

    METHOD 2

    put this string in google search:

    ?intitle:index.of? mp3

    You only need add the name of the song/artist/singer.

    Example: ?intitle:index.of? mp3 jackson

    METHOD 3

    put this string in google search:

    inurl:microsoft filetype:iso

    You can change the string to watever you want, ex. microsoft to adobe, iso to zip etc…

    "# -FrontPage-" inurl:service.pwd
    Frontpage passwords.. very nice clean search results listing !!

    "AutoCreate=TRUE password=*"
    This searches the password for "Website Access Analyzer", a Japanese software that creates webstatistics. For those who can read Japanese, check out the author's site at: http://www.coara.or.jp/~passy/

    "http://*:[email protected]" domainname
    This is a query to get inline passwords from search engines (not just Google), you must type in the query followed with the the domain name without the .com or .net

    "http://*:[email protected]" bangbus or "http://*:[email protected]"bangbus

    Another way is by just typing
    "http://bob:[email protected]"

    "sets mode: +k"
    This search reveals channel keys (passwords) on IRC as revealed from IRC chat logs.

    allinurl: admin mdb
    Not all of these pages are administrator's access databases containing usernames, passwords and other sensitive information, but many are!

    allinurl:auth_user_file.txt
    DCForum's password file. This file gives a list of (crackable) passwords, usernames and email addresses for DCForum and for DCShop (a shopping cart program(!!!). Some lists are bigger than others, all are fun, and all belong to googledorks. =)

    intitle:"Index of" config.php
    This search brings up sites with "config.php" files. To skip the technical discussion, this configuration file contains both a username and a password for an SQL database. Most sites with forums run a PHP message base. This file gives you the keys to that forum, including FULL ADMIN access to the database.

    eggdrop filetype:user user
    These are eggdrop config files. Avoiding a full-blown descussion about eggdrops and IRC bots, suffice it to say that this file contains usernames and passwords for IRC users.

    intitle:index.of.etc
    This search gets you access to the etc directory, where many many many types of password files can be found. This link is not as reliable, but crawling etc directories can be really fun!

    filetype:bak inurl:"htaccess|passwd|shadow|htusers"
    This will search for backup files (*.bak) created by some editors or even by the administrator himself (before activating a new version).
    Every attacker knows that changing the extenstion of a file on a webserver can have ugly consequences.

    Let's pretend you need a serial number for windows xp pro.

    In the google search bar type in just like this - "Windows XP Professional" 94FBR

    the key is the 94FBR code.. it was included with many MS Office registration codes so this will help you dramatically reduce the amount of 'fake' porn sites that trick you.
    or if you want to find the serial for winzip 8.1 - "Winzip 8.1" 94FBR

    Credits and More Info
    http://johnny.ihackstuff.com
    ----------------------------------------------------------------------
    = Italiano
    ----------------------------------------------------------------------
    Inquietante scoperta dello staff tecnico addetto alla sicurezza del portale GOOGLE: ignoti pirati informatici sono riusciti ad installare decine di migliaia di Active Internet Content (una sorta di virus) nei servers di GOOGLE che, nel momento stesso in cui l'utente accede alla HOME PAGE, riescono a catturare e spedire verso servers anonimi la posta elettronica archiviata nella cartella "Posta in arrivo" dell'ignaro visitatore, forse per ricavarne indirizzi email per fini pubblicitari.

    Poichè i programmi pirata si annidano nei sistemi operativi dei servers, la loro rimozione comporterebbe settimane di laboriose installazioni e riconfigurazioni, durante le quali il portale resterebbe off-line per diverse ore al giorno, con ingenti perdite nelle sponsorizzazioni.

    Si sta quindi cercando di realizzare urgentemente una patch per riparare i sistemi operativi dei centinaia di servers coinvolti. Purtroppo le particolari caratteristiche dei subdoli programmi invasivi impediscono la loro rilevazione da parte dei più comuni antivirus e firewall,per cui al momento non esistono difese efficaci dal lato utente.

    Chi ha utilizzato GOOGLE negli ultimi 2 mesi, pur avendo rischiato di essere vittima dell' Active Internet Content non deve fare nulla: il virus si annida solo nei servers, e colpisce i singoli PC degli utenti solo nel corso del collegamento con il sito infetto.

    Maggiori informazioni:

    http://www.paperwebstore.com/virus.asp

    http://www.crt.net.au/etopics/activecontent.htm

    http://boston.internet.com/news/article.php/1466341

    Google potrebbe aver fotografato l’omicida

    E’ questo quello che pensa il detective Jeff Maher di Melbourne, che chiederà l’aiuto della GrandeG per risolvere un efferato omicidio.

    Ricostruiamo la vicenda: una donna viene trovata impacchettata in delle buste nel giardino di una casa di Springvale. Subito scattano i sopralluoghi che, però, non danno nessun esito. Il detective, però, sà che in quei giorni tutta l’area è stata oggetto di fotografie a 360° da parte di Google per arricchire il servizio Google Street View. Ebbene, il detective pensa che tra quelle foto ci possa essere l’omicidica riconoscibile grazie al grosso “pacco” che si porta dietro.

    Questa vicenda può essere considerata una piccola rivincita per la società di Mountain View, infatti ricordiamo che in passato, Google Street View era stato oggetto di dure critiche da parte degli utenti, i quali accusavano il servizio di non rispettare la privacy dei cittadini, tanto che gli sviluppatori di Google avevano deciso di oscurare le targhe ed i visi presenti nelle immagini.

    Knol, l’enciclopedia online di Google

    Si chiamerà Knol e tenterà di contrastare il monopolio di Wikipedia, la quale ha Ottobre ha fatto registrare il record di visitatori, infatti secondo le stime di ComStore ha toccato 56,1 milioni di visitatori, cifre che la collocano come 8° sito più visitato al mondo.

    Knol è l’abbreviazione di “Knowledge” cioè conoscenza, infatti punterà l’attenzione sulla conoscenza degli utenti su particolari argomenti. Il progetto è molto simile a Wikipedia, anche se presenterà delle differenze, le quali consentiranno al progetto di contrastare il più quotato antagonista, almeno questo secondo i piani degli sviluppatori.

    Gli articoli prensenti nell’enciclopedia saranno redatti dagli utenti, ma a differenza di Wikipedia, quest’ultimi non solo potranno firmare il proprio contributo, ma addirittura potranno inserire una foto che apparirà accanto all’articolo.

    La società di Mountain View prevede la collaborazione di circa 75 mila utenti attivi, che scriveranno gli articoli in 250 lingue diverse.

    Google vuole creare un database dei DNA

    Google ha acquisito una piccola quota della società di biotech co-fondata dalla moglie di uno degli ideatori di Google, Sergey Brin. Google avrebbe investito 3,9 milioni di dollari in una società impegnata nel campo delle biotecnologie, la 23andMe, dando all’azienda di Mountain View, California, una quota di minoranza. La 23andMe, il cui nome deriva dalle 23 coppie di cromosomi che definiscono il DNA di ogni individuo, si propone come scopo di dare al grande pubblico “l’accesso, l’esplorazione e una migliore conoscenza” del proprio profilo genetico, anche se la vera natura di questa azienda resta ancora un mistero.

    Indiscrezioni dicono che il progetto finale sia la realizzazione di un social network tramite il quale si possano trovare persone geneticamente affini. E’ proprio qui che entrerebbe in gioco il colosso di Mountain View. La logistica di tutta l’operazione rimane confusa ma sembra che il tutto si baserà sulla spedizione di campioni di saliva e che l’enorme database che si verrà a creare verra utilizzato inoltre per la ricerca scientifica.

    Non è la prima volta che Google si imbatte in progetti ambiziosi, ricordiamo che finanzia anche un progetto per costruire un chip neurale da impiantare nel cervello, nonchè il famoso “ascensore per lo spazio”.

    Appena scoperto questo secondo google in versione Dark che permette oltre che un rilassamento visivo anche un non indifferente risparmio d'energia se usato in massa

    L'ho trovate in 2 link di cui però solo il primo vero, il secondo è un Fake

    http://www.neroogle.it/

    CITAZIONE
    Chi è Neroogle.it ?

    Neroogle.it è un motore di ricerca personalizzato di Google CSE (Custom Search Engine) su sfondo nero. Il 100% delle ricerche effettuate con questo motore ricerca, sono inviate all'ormai più famoso motore di ricerca Google.it. I risultati sono quindi al 100% uguali ai risultati che abbiamo usando Google. Nessun'altra informazione e/o dati sono mandati al di fuori di quelli che si usano normalmente per fare la ricerca.

    Neroogle.it - risparmio energia

    Perché il colore nero ? E stato dimostrato con diversi studi, che una pagina colore scuro del nostro monitor, consuma all' in circa 25% in meno di una pagina bianca. Questo perché i pixels neri risultano quasi spenti, e quindi il monitor consuma meno facendoci risparmiare. (link) Google, fa all'in circa 200 milioni di ricerche ogni giorno. Considerato che una ricerca dura circa 10 secondi, questo vuol dire 550.000 ore di ricerche ogni giorno. 15 wats (secondo gli studi) di risparmio su ogni monitor, si potrebbero risparmiare 3.000.000 KiloWatts/ora in giro di un anno. Sono veramente tanti. e noi cominciamo a risparmiare i nostri KWatt. (link)

    Neroogle.it . salva la vista

    Sappiamo che la luce bianca troppo intensa, stanca di più i nostri occhi. Sono tanti quelli che stanno per tante ore al giorno d'avanti al monitor. Con Neroogle.it avremo la vista più riposata a fine giornata.

  • Alcuni trucchi di Boicottaggio Informatico.

    Google Hack Prima Parte

    TRUCCO UNO
    Aggirare i filtri
    Un trucco per stupire gli amici e aggirare i filtri sempre più frequentemente installati nei siti istituzionali e aziendali è usare la funzione di traduzione di Google.

    Per esempio, un sito come Playboy.com può essere oscurato dal filtro per ovvie ragioni, mentre per ragioni altrettanto ovvie Google non viene mai filtrato. Basta usare la sintassi:

    (http://translate.google.com/translate?u=ww...&langpair=en%en)

    per dire a Google di visitare per noi Playboy.com e (tradurre) dall'inglese all'inglese, ossia lasciare il sito intatto. Il filtro rileva che stiamo consultando Google e quindi lascia passare il traffico (proibito).

    Questo trucco è molto utile anche a scuola quando vogliamo visitare qualche sito di giochi o qualsiasi altro sito che viene bloccato dai filtri installati.

    TRUCCO DUE
    Capita più spesso di quanto potreste immaginare che un amministratore di un sito metta nelle directory accessibili via Web anche documenti che non vorrebbe in realtà pubblicare, un classico esempio è dato dai (coccodrilli) preparati dai quotidiani online in caso di morte di personaggi in vista, che ogni tanto fanno capolino in Rete.

    Il (ragionamento), per così dire, è che se un documento non è linkato, non verrà trovato. Peccato che invece Google lo trovi eccome, specialmente se il Server Web è configurato in modo che quando una directory del sito non ha una pagina di default, il visitatore veda l'elenco completo dei file presenti in quella directory, intitolato quasi sempre (Index of) o (Directory of) oppure contenente la frase (parent directory).

    Di conseguenza, Googlare per esempio intitle, (index of) site:it password ci regala un bell'elenco di siti italiani inopportunamente configurati, le cui directory contengono file il cui nome include password.

    TRUCCO TRE
    Un'altra googlata preferita dai curiosi è (not for distribution) confidential: è impressionante notare quanti documenti etichettati (riservato - da non distribuire) siano in realtà liberamente consultabili via Internet. Il caso di una frase ricorrente di FileMaker Pro (Select a database to view), usata in Google per rivelare un file contenente dati medici sensibili negli USA, è un altro tipico esempio di questo genere di problemi.

    Per trovare altre (frasi chiave) basta pensare ai testi standard usati dai più diffusi programmi che generano documenti pubblicabili sul Web.

    Sapere l'esatta versione di software utilizzata da un server Web. Infatti per un hacker che conosca una vulnerabilità esistente in una specifica versione di un server Web cercherà siti che usino quella versione e non abbiano installato gli opportuni aggiornamenti: se il sito è mal configurato, all'aggressore basta digitare in Google intitle, (welcome to IIS 4.0), o una stringa equivalente per Apache o per altri server Web, per ottenere un elenco dei siti che usano la versione di software vulnerabile.

    TRUCCO QUATTRO
    Google rimane uno degli strumetni più facili e veloci in mano degli hackers per ottenere informazioni altrimenti difficili da raggiungere.

    Non è affatto difficile tramite il famoso motore di ricerca (dare un'occhiata) a documenti riservati come per esempio quelli che passano attraverso le fotocopiatrici di rete.

    Oppure ancora eseguendo una semplice ricerca si potrebbe facilmente ottenere un elenco di numeri di carta di credito con nome cognome e indirizzo dei proprietari.

    Ovviamente non riveleremo qui le tecniche da utilizzare in quanto decisamente illecite, sarebbe più che altro utile accertarsi di non essere presenti in questi elenchi con i propri dati privati.

    Per chi volesse approfondire la conoscenza del (Google Hacking) consigliamo di visitare il Google Hacking Database (GHDB)

    TRUCCO CINQUE
    Hacker con Google: Webcam pubbliche.

    Quinto appuntamento con i suggerimenti sull'uso improprio del famoso motore di ricerca Google.

    Recentemente si è diffuso l'uso di una nuova stringa di ricerca che permette di scovare webcams in rete lasciate (aperte e pubbliche).

    La maggior parte delle webcam sono di sorveglianza e a quanto pare è possibile accedervi per la mancanza di misure di sicurezza adottate dagli amministratori di rete.

    Ecco alcune stringhe di ricerca:
    inurl:(ViewerFrame?Mode=)
    inurl:(MultiCameraFrame?Mode=)
    inurl:(axis-cgi/mjpg)

    TRUCCO SEI
    Usare Google per conoscere le definizioni delle parole.

    Google non finisce mai di stupirmi per il numero di funzionalità utili che offre.

    Per chi non lo sapesse, Google offre la funzione (Web Definitions) attivabile con i suffissi in query (what is) o (define), che permette di avere come primo risultato il link alle definizioni(e rispettivi siti da cui provengono) della parola cercata (ovviamente per ora funziona solo per l'inglese).

    Per la verità le web definitions non sempre (compaiono) nel motore di ricerca, usando per esempio la query (DEFINE GOOGLE).

    Nessun problema comunque basta modificare la nostra ricerca in (define: google) e ci troveremo direttamente nella pagina delle definizioni senza effettuare altri tipi di ricerca sulle parole.

    L'utilità di questo tool è davvero incredibile, cioè è praticamente un vocabolario inglese monolingue molto completo e a portata di click.

    TRUCCO SETTE
    Controllare se un sito web ha subito un Googlejacking

    Genera ancora preoccupazione tra i webmasters un bug nel famoso motore di ricerca, Google, che consentirebbe l'hijacking di un sito web dall'indice di ricerca.

    Ecco come controllare se un Sito Web ha subito un Googlejacking o hiajcking su Google:

    Cercate su Google usando la stringa (allinurl:www.[SITO]), analizzate i risultati in cerca di una voce che non sia proveniente dal vostro dominio ma che abbia lo stesso titolo.

    Se la trovate controllatene la (copia cache) di Google per vedere se è uguale alla vostra pagina.

    Usate infine il tool HTTP Response Viewer per vedere i HTTP headers che vengono restituiti.

    Se il titolo è lo stesso, la cache è uguale, e ottenete come risposta un HTTP 302 o una riga di codice con un refresh tag, il sito ha subito un Googlejack.

    Eccovi qui sotto elencati, alcuni dei più importanti servizi offerti da Google:

    http://base.google.com/
    Google Base

    http://moon.google.com/
    Visualizza la Luna da satellite

    http://www.google.com/mars/
    Visualizza Marte da satellite

    http://earth.google.com/
    Visualizza la Terra da satellite

    http://local.google.com/
    Visualizzi le mappe stradali di tutto il mondo

    http://mail.google.com/ or http://gmail.com
    Servizio di WebMail

    http://www.google.com/analytics/
    Servizio di statistiche per il tuo sito da integrare nell'account di GMail

    http://groups.google.it/
    Crea e cerca i gruppi di Google

    http://news.google.it
    Servizio di News dal Mondo e dall'Italia powered by Google

    http://desktop.google.it/
    Nuovo Desktop powered by Google

    http://picasa.google.it/
    Tool per l'archiviazione di immagini

    http://labs.google.it/
    Tutti i progetti in via di svilippo powered by Google

    http://books.google.it/
    Ricerca libri in rete

    http://scholar.google.com/
    Motore di ricerca per gli studenti

    http://toolbar.google.com/
    La nuova toolbar di Google

    http://www.google.it/language_tools?hl=it
    Traduttore di parole, frasi, o intere pagine di siti

    http://www.google.com/apis/
    Google SOAP Search API

    http://video.google.com/
    Ricerca i video in rete

    http://www.google.com/linux
    Motore di ricerca per tutti i siti che trattano Linux

    http://answers.google.com
    Fai domande e rispondi alle domande altrui

    http://froogle.google.com/
    Fare shopping con Google

    http://google.com/talk/
    VoIP powered by Google

    http://www.google.com/intl/xx-hacker/
    Google Versione Hacker!

    http://www.googleearthhacks.com/
    Le foto più strane scattate con Google Earth

    http://toolbar.google.com/send/sms/index.php
    Google Send To Phone, per inviare sms gratis verso i telefoni cellulari statunitensi

  • Admin ha condiviso un link.

    Vedi Link: http://www.legalizziamolacanapa.org/?p=7169

    Probabilmente il solito ndranghetista calabrese di merda, che vuole che tutto rimanga com’è, così da beneficiare la propria (famiglia di ndranghetisti).

    Com’è che tutte queste (preoccupazioni) arrivano sempre da siciliani e calabresi e da altri da pazzi idioti e/o criminali e/o mafiosi del PDL, nel momento in cui siamo vicini a vedere l’abbattimento della Fini-Giovanardi?

    Io (con questa merda) non ho mai avuto a che fare e non starei nemmeno a tirare fuori discorsi troppo articolati, cenni storici, o dati reali troppo complessi. questo individuo è simile all'immondizia, ma piuttosto, bisognerebbe dirgli di ANDARE AFFANCULO una volta per tutte.

    Questi bastardi, alla Cetto Laqualunque, ragionano come il mafioso interpretato da Albanese (e, molto probabilmente, sono persino più abbietti e sottosviluppati di quanto può rendere la stessa finzione).

  • Come Rimuovere Il Diario Di Facebook?

    Vedi Link: http://www.timelineremove.com/

    Se non Ti piace il nuovo Diario di Facebook e desideri visualizzare i profili in vecchio stile, allora TimelineRemove è l'estensione perfetta per Te.

    Questo strumento piccolo, ma utile disabilita la nuova funzione di Facebook timeline e ripristina il look classico, senza modificare il comportamento temporale per gli altri visitatori del tuo profilo Facebook.

    L'estensione funziona praticamente nascondendo la timeline, in modo da poter vedere la propria immagine ed i profili degli altri nel vecchio stile.

    Funziona sia con (Google Crome) che con (Firefox)

  • Come Sapere Chi Visita Il Tuo Profilo Facebook

    Vedi Link: http://bit.ly/1jqf6sz

    Sono sempre di più le persone che mi contattano chiedendomi come sapere chi visita il tuo profilo Facebook. In giro per la Rete si trovano svariate soluzioni che promettono di raggiungere questo scopo, spiando le attività degli amici, ma quasi mai funzionano a dovere e talvolta vengono addirittura usate come cavalli di Troia per infettare il computer con dei virus.

    Ecco il motivo per il quale oggi scrivo questo articolo e tenterò di fare chiarezza una volta per tutte su questo argomento. Se hai appena installato un’applicazione per sapere chi visita il tuo profilo su Facebook oppure stai cercando una soluzione per riuscirci, dovresti riuscire a trovare le risposte che cerchi… anche se dubito siano liete come quelle che ti aspetteresti.

    Ebbene sì, devo dirtelo. Allo stato attuale, non esiste alcun metodo per sapere chi visita il tuo profilo Facebook! Dopo il proliferare, qualche tempo fa, di molteplici applicazioni che permettevano di spiare le attività degli amici e di scoprire l’identità dei visitatori dei profili, i gestori di Facebook hanno chiuso le porte e bandito questo tipo di soluzioni annunciando che “Facebook non fornisce applicazioni o gruppi che permettono agli utenti di visualizzare chi ha visitato i profili o le statistiche sulla frequenza con cui un determinato contenuto è stato visualizzato e da chi“.

    Questo, tradotto in parole povere, significa che ora è vietato creare applicazioni per conoscere l’identità di chi visita un profilo su Facebook. È contro il regolamento del social network e quindi tutte le soluzioni di questo tipo che si trovano in Rete non funzionano, o comunque avrebbero vita così breve che sarebbe pressoché inutile installarle.

    Veniamo dunque alla risoluzione di qualche caso pratico. Non sapendo del regolamento di Facebook, hai cercato come sapere chi visita il tuo profilo Facebook ed hai installato una di queste applicazioni fake che si trovano ora in giro sul tuo account? Collegati subito alla pagina principale del social network, clicca sull’icona dell’ingranaggio nella barra blu in alto a destra e seleziona la voce Impostazioni account dal menu che compare.

    Nella pagina che si apre, clicca sulla voce Applicazioni che si trova nella barra laterale di sinistra, cerca il nome dell’applicazione per scoprire chi visita il tuo profilo che hai installato dall’elenco delle applicazioni installate sul tuo account Facebook e clicca prima sulla crocetta che si trova sulla destra e poi sul pulsante Rimuovi per cancellarla dal tuo profilo. Ad operazione completata, per sicurezza, dai anche una controllatina al PC usando un buon antivirus.

    scritto da Salvatore Aranzulla il 06 novembre 2013.

  • Sberla Mediartica Private Soacial Network

    Vedi Link: http://bit.ly/17gOiYX

    Tutti gli utenti di Sberla Mediatica da oggi hanno la possibilità di comunicare in modo strettamente privata in assoluta libertà con utenti di tutto il Mondo.

    Essi possono utilizzare gli aggiornamenti di stato con 160, 200 caratteri o anche meno, rapidamente come si usa in un qualsiasi Social Network.

    Questo dialogo a flusso continuo, libero e senza censure, ti permette di inviare Messaggi, Foto e Video, allegare File e Link a chiunque e dovunque!

    E' anche facile da usare, prova a connetterti con altre persone già iscritte per le discussioni private e per tenere traccia dei loro aggiornamenti, il tutto con pochi e semplici Click .

    Tutto questo e molto altro ancora con la semplice interfaccia di questa Grande Applicazione Web OPEN SOURCE.

  • La Tua Follia

    FREE photo hosting by The Dreamers Forum

    Ci sono parole che non sai leggere, ci sono pensieri che non sai ascoltare, esse si perdono come impercettibili increspature sul pelo dell'acqua, ci son angeli silenti e lugubri streghe riflesse nello specchio della luna, ci sono battaglie e guerre sanguinose da cui proviene lo stridere del cuore, ci sono giorni bui e notti assolate, ci sono uomini soli e donne condannate, ci sono menzogne e verità sepolte, che nessuno mai vorrà svelare, ci sono mondi nascosti all'interno di altri che non vorrai mai vedere.

    Eppure, queste parole e questi mondi, questi angeli e queste streghe, queste battaglie e queste guerre, queste donne e questi uomini, queste verità e queste menzognie.

    Io le vedo, le sento scuotermi dentro, ma tu, che mi guardi con la falsa compassione riservata ai pazzi, tu che mi giudichi solamente per i miei errori, tu dall’alto del tuo piedistallo, non riesci a scorgere nessuna di queste cose?

    Allora, io ti chiedo: son io con la mente rivolta alla pazzia o sei forse tu a non voler vedere la tua follia?

  • Urgente, Senza Più Fare Chiacchiere

    Ben 26.000 detenuti su 65.000, vale a dire 2 su 5, sono finiti dentro per violazione della legge antidroga Fini-Giovanardi, varata nel 2006.

    Abolendo la precedente legge denominata Jervolino-Vassalli che non equiparava le droghe leggere alle droghe pesanti e tollerava la Modica Quantità è stato un vero sisastro.

    L'equiparazione delle droghe leggere alle droghe pesanti della legge Fini-Giovanardi (un trombato della politica ed un demente che siede ancora in parlamento) sulla quale la Cassazione ha sollevato dubbi sulla sua incostituzionalità, deve essere rivista urgentemente senza più fare tante chiacchiere.

    La legge che mette sullo stesso piano marijuana e hashish con cocaina ed eroina, chack colbret, buprenorfina e metadone è una la legge infame che reintroduce il limite di quantità oltre il quale l’uso personale diventa spaccio, la legge infame che ha aumentato le pene che in caso di condanna ora vanno da sei a venti anni di reclusione, è criminogena, è prima causa del sovraffollamento delle carceri con conseguente ingorgo dei tribunali di giustizia.

    Se a livello mondiale è stato dichiarato il fallimento delle politiche proibizioniste, in Italia gli effetti della Fini-Giovanardi sono stati più per riempire le carceri che combattere la Droga (effetto antidroga).

    Da una mia ricerca fatta in rete ho scoperto che oggi in Italia 438MILA sono Tossicodipendenti iscritti al ser.T

    La mia ricerca (indagine) ha prodotto che il Ser.T è suddiviso in quattro capitoli: il primo contiene informazioni generali sulla metodologia adottata, sulla struttura della ricognizione e sul valore e i limiti della stessa.
    Il Secondo si focalizza sui risultati di un'osservazione condotta dai cittadini volontari in alcune strutture Ser.T.
    Il terzo approfondisce, mettendoli in parte a confronto, i punti di vista sui servizi dei responsabili dei Ser.T e degli utenti.

    PRATICAMENTE NON FANNO UN CAZZO, QUESTA GENTE VIENE PAGATA PER NON FARE NIENTE A RIGUARDO DEL RECUPERO DEI TOSSICODIPENDENTI.